Gli ostacoli e le battaglie che le donne lavoratrici e madri sono chiamate ad affrontare ogni giorno costituiscono un importante capitolo del welfare nel mondo del lavoro. Un’azienda che intenda creare condizioni di ben-essere lavorativo è chiamata a supportare le dipendenti che si trovano in questa condizione e che, spesso, si muovono in equilibrio su un sottile filo di lana, sempre occupate e preoccupate di conciliare vita e lavoro, professione e famiglia, ore lavorate e ore di sonno mancato. Per loro Empatheia ha prodotto il seminario  “Mamme al lavoro: il ruolo della lavoratrice madre verso un’organizzazione a misura delle donne”, nella speranza di dare un apporto culturale e operativo al problema. Un corso per parlare di maschile e femminile in azienda, intelligenza emotiva e maternità, per apprendere a costruire relazioni efficaci e a trasformare le qualità del femminile in competenze.

Obiettivi

Aumentare nelle donne lavoratrici la percezione delle specificità dei loro diversi ruoli e, in particolare, delle criticità connesse con il passaggio tra ruoli.

Evidenziare le caratteristiche e i valori di una nuova cultura organizzativa che valorizzi l’apporto femminile nei luoghi di lavoro e riconosca l’esperienza della maternità come una risorsa e non come un limite.

Acquisire maggiore consapevolezza delle personali modalità comunicative e delle capacità di riconoscimento ed esternazione delle proprie emozioni.

Migliorare la capacità di sviluppare rapporti efficaci e più vantaggiosi sia in ambito lavorativo sia in ambito familiare.

Sviluppare un atteggiamento positivo e consapevole nell’uso del proprio tempo, sia di lavoro sia personale.

Conoscere e sviluppare le caratteristiche femminili trasformandole e utilizzandole in chiave di competenze.

Apprendere le dimensioni dell’”intelligenza della maternità” e il loro utilizzo in ambito professionale.