Le organizzazioni affidano spesso la formazione del proprio personale a collaboratori interni, che devono così sommare a competenze di contenuto anche abilità metodologiche: devono, cioè, divenire veri e propri formatori. Tale completezza di capacità e ruoli non sempre è garantita e, come tutti sappiamo dall'esperienza scolastica non è solo la conoscenza di ciò che deve essere trattato a fare un buon insegnante. Occorre di più: occorre che il formatore abbia un metodo di gestione d’aula, che susciti interesse e motivazione, che sia in grado di conoscere specificità, limiti e risorse dell’apprendimento, che sappia sostenere il lavoro di gruppo, che abbia conoscenza degli strumenti didattici. Questo seminario fornisce a chi opera saltuariamente nella formazione conoscenze tali da gestire gli incarichi d’aula che gli vengono affidati.

Obiettivi

  • Far conoscere i principi dell’educazione degli adulti (andragogia) evidenziandone limiti e punti di forza
  • Sensibilizzare alla comprensione del rapporto esistente tra metodologie e apprendimento.
  • Far conoscere le più significative metodologie attive, con particolare attenzione alle varie espressioni del role-play.
  • Sensibilizzare alla lettura dei segnali di criticità nella gestione dell’aula.
  • Fornire adeguate competenze nella gestione dello spazio, della voce e del corpo in un contesto di formazione.