Donne dai poteri straordinari, esperte di acrobatica, capaci di “camminare sul filo” senza perdere l’equilibrio, in grado di conciliare professione e famiglia, ore trascorse di fronte al computer con ore di sonno mancato: è di loro che racconta questo progetto. È dell’enorme, silenzioso, tanto sorprendente quanto comune miracolo di migliaia di donne come queste che la performance di teatro-formazione narra le fatiche, le gioie, le difficoltà. Una riflessione sul mondo femminile e sul mondo del lavoro, sulla strada fatta e su quella, lunghissima, ancora da fare per tentare di conciliare due sfere separate e distinte per troppo tempo.

L’azione

L’evento avvicina e fonde tre modalità comunicative apparentemente diverse e distanti: spettacolo teatrale, interventi formativi e inchieste giornalistiche si alternano e si contaminano, nel tentativo di aiutare a riflettere in modo coinvolgente, divertente e anche profondamente emozionante. Interviste a imprenditrici alle prese con le fatiche della conciliazione, monologhi scritti e interpretati proprio a partire da queste storie, brani di teatro classico, suggestioni cinematografiche accompagnate da momenti di recupero che ne favoriscono le chiavi di lettura convergono in un racconto straordinariamente vicino alla biografia di tante. Racconto forte, reale, in grado di fornire spunti per riuscire a fuggire definitivamente dalla scelta tra figli e carriera, per una “femminilizzazione” del lavoro, per una nuova idea di partnership tra uomo e donna, in ufficio, a casa, in politica, in azienda.